ICP – Affissioni

GESTIONE DELL’IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA’ ANNUALE

A seguito delle molteplici novità che si sono succedute nel panorama dei tributi locali, alcune delle quali hanno senz’altro interessato l’Imposta sulla Pubblicità (si pensi all’art. 52 del D.Lgs. 446 del 1997 che ha anticipato i tempi di attuazione del cosiddetto federalismo fiscale consentendo agli enti locali di modificare e di adattare la disciplina delle entrate, tributarie e non, alle proprie esigenze, derogando, nel rispetto dei limiti previsti, la legge statale) la concessionaria Dogre ritiene utile inviare a tutti i suoi contribuenti assoggettati all’imposta comunale sulla pubblicità annuale, con congruo anticipo rispetto alla scadenza del pagamento (nella maggior parte dei casi il 31 gennaio di ogni anno), un avviso di scadenza bonario contenente:

1) i dati anagrafici del contribuente;

2) l’elenco dei mezzi pubblicitari tutti codificati e desumibili da apposita legenda, suddivisi tra quelli assoggettati all’imposta e quelli esenti in attuazione delle nuove disposizioni legislative introdotte dall’art. 10 della Legge 28/12/2001 n. 448 (Legge Finanziaria 2002);
per ogni mezzo pubblicitario è indicata, inoltre, la sua ubicazione, la superficie tassabile, la quantità, la tariffa applicata, nonché l’importo dell’imposta dovuta;

3) l’indicazione dei termini di pagamento;

4) un modulo di c/c postale prestampato con l’indicazione del contribuente e relativo codice fiscale, la sede dello stesso, l’importo dovuto, il codice utente e l’anno di riferimento del tributo;

5) l’indicazione della sede, i recapiti telefonici, gli orari di apertura degli uffici al pubblico;

6) un estratto delle principali norme contenute nel D.Lgs. 507/93 e successive modificazioni relative alla dichiarazione, al pagamento, alle esenzioni, alle sanzioni e al ravvedimento operoso.

L’avviso di scadenza consente di fornire ai contribuenti la necessaria informazione sulla propria posizione contributiva e la possibilità di segnalare gli eventuali errori o le variazioni intervenute.
L’inoltro dell’avviso di scadenza, anche se non obbligatoriamente previsto dalla vigente normativa, rappresenta un servizio di estrema utilità per i contribuenti.

Per quanto concerne le nuove denunce di esposizione, le denunce di variazione, le denunce di cessazione dei mezzi pubblicitari, ai contribuenti viene fornita gratuitamente apposita modulistica prestampata contenente tutti i dati necessari per la liquidazione del tributo, nonché tutta la necessaria assistenza per la relativa compilazione.

Ove sussistano le condizioni di cui all’art.9 punto 4 del D.Lgs.n.507/93, il contribuente può, altresì, richiedere su apposito modello la rateizzazione dell’importo relativo all’imposta annuale.

Per la gestione dell’imposta comunale sulla pubblicità annuale si provvede inoltre a svolgere quanto in appresso indicato:
– fornire informazioni sulle normative di riferimento;
– evadere le richieste telefoniche o verbali di tariffe, modalità per l’effettuazione, autorizzazioni, uffici comunali cui rivolgersi, etc.;
– ricezione delle denunce, dei versamenti e di ogni altra documentazione;
– procedere alla registrazione dei versamenti, alla loro imputazione e rendicontazione;
– compilare il Registro Giornaliero delle Riscossioni nella parte di competenza;
– archiviare ordinatamente e cronologicamente tutte le pratiche;
– verificare con sopralluoghi la rispondenza di quanto dichiarato dai contribuenti;
– censire completamente, con cadenza annuale, l’intero territorio comunale;
– verificare, nella banca dati, le posizioni irregolari per categoria, dimensione, tipologia, etc.;
– effettuare rilievi fotografici delle esposizioni pubblicitarie abusive;
– predisporre gli atti di accertamento per l’irrogazione delle sanzioni;
– acquisire presso altre banche dati le notizie per l’esatta individuazione del soggetto passivo;
– predisporre le pratiche di sollecito;
– predisporre le pratiche di riscossione coattiva;
– istruire le pratiche di richiesta rimborso;
– accogliere e gestire eventuali contestazioni;
– monitorare i flussi delle entrate;
– predisporre i prospetti dei crediti sospesi;
– aggiornare giornalmente la mappatura della banca dati dei cespiti imponibili per tipologia, categoria, zona, via, ecc.;
– verificare con il Funzionario Responsabile tutte le casistiche particolari.

GESTIONE DELL’IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA’ TEMPORANEA

Per quanto concerne la pubblicità temporanea, come per la pubblicità annuale, è predisposta apposita modulistica per la dichiarazione contenente tutti i dati necessari per la liquidazione del tributo, ivi compresa l’indicazione delle varie fattispecie imponibili.

E’ garantita ai contribuenti tutta l’assistenza necessaria alla compilazione della modulistica stessa.

Sono, altresì, evidenziate le forme di pubblicità temporanea vietate dal Regolamento comunale.

Per la gestione dell’imposta comunale sulla pubblicità temporanea si provvede, inoltre, a svolgere quanto in appresso indicato.
– fornire informazioni sulle normative di riferimento;
– evadere le richieste telefoniche o verbali di tariffe, modalità per l’effettuazione, autorizzazioni, etc., uffici comunali cui rivolgersi;
– ricezione delle denunce, dei versamenti e di ogni altra documentazione;
– archiviare ordinatamente e cronologicamente tutte le pratiche;
– timbratura a scadenza, previa denuncia e versamento, di cartelli, locandine, manifesti, etc.;
– gestire in maniera informatizzata tutte le denunce temporanee;
– costante monitoraggio delle esposizioni pubblicitarie, abusive o dichiarate (cartelli, gonfaloni su palo o supporto, striscioni, distribuzione di materiale pubblicitario, pubblicità fonica etc.);
– verificare sull’intero territorio, con cadenza mensile, la presenza di materiale abusivo o collocato su spazi o posizioni non consentite;
– procedere alla copertura o rimozione del materiale abusivo previo rilievo fotografico;
– predisporre gli atti di accertamento e irrogazione sanzioni per le pubblicità abusive rilevate;
– tenere costanti contatti con tutti gli uffici interessati (Tributi, Polizia Municipale, Viabilità, Tecnico, Manutenzioni, etc.);
– segnalare agli uffici stessi le irregolarità riscontrate nella esposizione di mezzi pubblicitari e nella effettuazione della pubblicità in violazione o difformità di norme regolamentari;
– istruire le pratiche di richiesta rimborso;
– accogliere e gestire eventuali contestazioni.

GESTIONE DEL SERVIZIO PUBBLICHE AFFISSIONI

La gestione del servizio pubbliche affissioni è articolata come segue.

L’Ufficio riceve le commissioni delle affissioni, aggiornandole nell’apposito registro delle prenotazioni e suddividendole per categorie (affissioni sociali, commerciali, mortuari, esenti). Nella ricezione delle commissioni e dei manifesti, ove possibile, vengono raccolte le indicazioni degli utenti circa i luoghi di preferenza ove affiggere i manifesti.
Le affissioni dei manifesti, debitamente timbrati con la data di scadenza, sono eseguite a cura del personale preposto secondo l’ordine di prenotazione e negli appositi spazi affissionali ubicati sull’intero territorio comunale.
Il personale affissatore ha cura di rispettare criteri di equità ed omogeneità nella distribuzione dei manifesti e tiene conto delle disposizioni impartite dall’ufficio circa eventuali esigenze segnalate dall’utenza all’atto della prenotazione .
Per tutte le affissioni eseguite gli operai affissatori compilano, su appositi modelli predisposti, la nota delle posizioni utilizzate indicando sempre la data, i quantitativi, il titolo nonché l’esatta ubicazione degli impianti utilizzati per l’affissione.
Ad affissione completata, a richiesta dell’utenza, l’Ufficio procede alla redazione e consegna della relativa nota posizioni dei manifesti affissi.
Per la gestione del servizio delle pubbliche affissioni si provvede, inoltre, a svolgere quanto in appresso indicato.
– fornire informazioni sulle normative di riferimento;
– evadere le richieste telefoniche o verbali di disponibilità di spazi, costi del servizio, modalità del servizio;
– ricevere commissioni verificando l’esattezza dei pagamenti;
– richiedere o acquisire le informazioni eventualmente mancanti nella documentazione presentata;
– pianificare e monitorare giornalmente le uscite delle affissioni in ordine ai quantitativi, alla loro tipologia tramite mappatura delle posizioni con prospetti a scadenza;
– rilasciare quietanze di pagamento;
– mappare lo status degli impianti affissionistici;
– archiviare ordinatamente tutta la documentazione pervenuta;
– procedere alla copertura delle affissioni scadute;
– accogliere lamentele e contestazioni verificando, anche a mezzo sopralluoghi, la veridicità delle stesse;
– gestire l’eventuale disservizio con immediata informazione al Funzionario Responsabile per i provvedimenti e le azioni del caso;
– predisporre i manifesti ordinatamente per la piegatura ed affissione;
– curare i rapporti con gli operai affissatori intrattendo continui contatti con gli stessi;
– segnalare immediatamente le affissioni abusive dando disposizioni agli operai affissatori per la immediata copertura o rimozione, previo rilievo fotografico;
– segnalare al Funzionario Responsabile gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti affissionistici che si rendono necessari;
– predisporre gli atti di accertamento e irrogazione sanzioni per le affissioni abusive rilevate;
– segnalare alla Polizia Municipale le affissioni abusive;
– tenere costanti contatti con tutti gli uffici interessati (Tributi, Polizia Municipale, Viabilità, Tecnico, Manutenzioni, ecc.);
– istruire le pratiche di richiesta rimborso.