Tosap – Cosap

GESTIONE DEL SERVIZIO TOSAP/COSAP PERMANENTE

A seguito delle molteplici novità che si sono succedute nel panorama dei tributi locali, alcune delle quali hanno senz’altro interessato la Tassa di Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche (si pensi all’art. 52 del D.Lgs. 446 del 1997 che ha anticipato i tempi di attuazione del cosiddetto federalismo fiscale consentendo agli enti locali di modificare e di adattare la disciplina delle entrate, tributarie e non, alle proprie esigenze, derogando, nel rispetto dei limiti previsti, la legge statale) la concessionaria Dogre ritiene utile inviare a tutti i suoi contribuenti assoggettati alla Tassa di Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche con congruo anticipo rispetto alla scadenza del pagamento (31 gennaio di ogni anno), un avviso di scadenza bonario contenente:

1) i dati anagrafici del contribuente;

2) l’elenco delle occupazioni tutte codificate e desumibili da apposita legenda.
Per ogni tipo di occupazione è indicata, inoltre, la sua ubicazione, la superficie tassabile, la quantità, la tariffa applicata, nonché l’importo della tassa dovuta;

3) l’indicazione dei termini di pagamento;

4) un modulo di c/c postale prestampato con l’indicazione del contribuente e relativo codice fiscale, la sede dello stesso, l’importo dovuto, il codice utente e l’anno di riferimento del tributo;

5) l’indicazione della sede, i recapiti telefonici, gli orari di apertura degli uffici al pubblico;

6) un estratto delle principali norme contenute nel D.Lgs. 507/93 e successive modificazioni relative alla dichiarazione, al pagamento, alle esenzioni, alle sanzioni e al ravvedimento operoso.

L’avviso di scadenza consente di fornire ai contribuenti la necessaria informazione sulla propria posizione contributiva e la possibilità di segnalare gli eventuali errori o le variazioni intervenute.
L’inoltro dell’avviso di scadenza (anche se non obbligatoriamente previsto dalla vigente normativa) rappresenta un servizio di estrema utilità per i contribuenti.

La concessionaria provvede a quanto appresso indicato:
– fornire informazioni sulle disposizioni regolamentari di riferimento
– evadere le richieste telefoniche o verbali di tariffe, modalità per l’effettuazione, autorizzazioni, concessioni, modalità di presentazione e rilascio delle stesse, uffici comunali cui rivolgersi
– ricezione delle denunce, dei versamenti e di ogni altra documentazione
– procedere alla registrazione dei versamenti, alla loro imputazione e rendicontazione
– compilare il registro Giornaliero delle Riscossione nella parte di competenza
– archiviazione ordinata e cronologica di tutte le pratiche
– verificare con sopralluoghi la rispondenza di quanto dichiarato dai contribuenti
– censire completamente, con cadenza annuale, l’intero territorio comunale
– anche a campione settimanalmente provvede a verificare dimensioni e tipologia delle fattispecie più comuni (es.passi carrai)
– iIntrattiene continui contatti con gli uffici preposti al rilasci delle concessioni precarie o permanenti
– segnala agli uffici Comunali eventuali difformità rilevate a seguito di sopralluoghi e di esame della documentazione
– verificare, nella banca dati, le posizioni irregolari per categoria, dimensione, tipologia, ecc.
– fotografare le occupazioni abusive
– Predisporre gli atti di accertamento per l’irrogazione delle sanzioni
– acquisire presso altre banche dati le notizie per l’esatta individuazione del soggetto passivo
– predisporre le pratiche di sollecito
– predisporre le pratiche di riscossione coattiva
– istruire le pratiche di richiesta rimborso
– accogliere e gestire eventuali contestazioni
– monitorare i flussi delle entrate
– predisporre i prospetti dei crediti sospesi
– aggiornare giornalmente la mappatura della banca dati dei cespiti imponibili suddivisa per tipologia, categoria, zona, via, ecc.
– verificare con il Funzionario Responsabile tutte le casistiche particolari.

 

GESTIONE DEL SERVIZIO TOSAP/COSAP TEMPORANEA

La concessionaria provvede a quanto appresso indicato:
– fornire informazioni sulle disposizioni regolamentari di riferimento
– evadere le richieste telefoniche o verbali di tariffe, modalità per l’effettuazione, autorizzazioni, concessioni, modalità di presentazione e rilascio delle stesse, uffici comunali cui rivolgersi
– ricezione delle denunce, dei versamenti e di ogni altra documentazione (in questo caso coincidenti)
– acquisizione delle pratiche autorizzative trasmesse dagli uffici comunali
– recarsi presso gli uffici comunali predisposti
– procedere alla registrazione, contabilizzazione dei versamenti, alla loro imputazione e rendicontazione
– compilare il registro Giornaliero delle Riscossioni nella parte di competenza
– archiviazione ordinata e cronologica di tutte le pratiche
– verificare con sopralluoghi la rispondenza di quanto dichiarato dai contribuenti
– censire completamente, con cadenza annuale, l’intero territorio comunale
– anche a campione settimanalmente provvede a verificare dimensioni e tipologia delle fattispecie più comuni (es.cantieri edili)
– intrattiene continui contatti con gli uffici preposti al rilascio delle concessioni precarie
– segnala agli uffici Comunali eventuali difformità rilevate a seguito di sopralluoghi e di esame della documentazione
– verificare, nella banca dati, le posizioni irregolari per categoria, dimensione, tipologia, ecc.
– fotografare le occupazioni abusive
– predisporre gli atti di accertamento per l’irrogazione delle sanzioni
– acquisire presso altre banche dati le notizie per l’esatta individuazione del soggetto passivo
– predisporre le pratiche di sollecito
– predisporre le pratiche di riscossione coattiva
– istruire le pratiche di richiesta rimborso
– accogliere e gestire eventuali contestazioni
– monitorare i flussi delle entrate
– predisporre i prospetti dei crediti sospesi
– aggiornare giornalmente la mappatura della banca dati dei cespiti imponibili suddivisa per tipologia, categoria, zona, via, con particolare RIGUARDO alle occupazioni realizzate da commercio ambulante, cantieri edili, ecc.
– recarsi sempre e comunque ai mercati per la riscossione delle entrate dovute
– verificare con il Funzionario Responsabile tutte le casistiche particolari.